Tag

, , , , , ,

Ci sono battaglie, persino guerre, che vorrai combattere lo stesso ma che non ti vedranno mai vincitore. Non ci sarà nulla da fare. Dovrei abbandonarti al responso, dovrai soccombere e sarà importante non prenderci l’abitudine. Ci sono guerre che combatti ogni giorno che ti vedranno trionfare, più o meno facilmente. CI sono battaglie che sembrano piccole ma dentro sono enormi. Ti lasciano esanime e non danno tregua. CI sono guerre che ti accompagneranno una vita, altre due. Vedrai cadaveri scorrere lungo il fiume, a qualcuno sorriderai, a qualcuno il tuo ghigno darà una seconda morte, su qualcuno affonderai le tue lame dal desiderio che hai che muoia continuamente. Madri che usano figlie come migliore amiche, padri che non sanno dare sicurezza ai propri figli, conoscenti degni di ogni fiera capace di sventrarli. Ma le tue battaglie non appartengono ad altri. Solo a te e chiedendoti quando il mondo ti vedrà adagiato su quel fiume di anime provi a rimanere sulle ginocchia, in attesa di un briciolo di energia. Vittorie trionfanti, mancanze importanti, sconfitte disastrose e marchi sul petto, sui fianchi, sugli occhi. Niente da fare, non ci sarà niente da fare con quelle battaglie che vorrai combattere per forza. Sai che perderai e se la tua tenacia di rende sfrontato ogni tuo limite da alla tua intelligenza la coscienza del saper come affrontare il prossimo traguardo. Puoi fare ciò che vuoi ma, a volte, nella vita, dovrai arrenderti, imparare a perderti e quando sul campo rimarrà solo il tuo corpo lascia almeno che sia ricco di dignità e che splenda di quella seta di resistenza che provi o hai provato. Qualcuno capirà, altri non saranno nemmeno degni di provare a farlo. Le sconfitte fortificano e logorano, soprattutto logorano, fuori e dentro, dentro e fuori…facile urlare di bella vita quando questa ti sorride. E’ quando si accanisce e morde, è quando ti violenta e ti disarma, è quando toglie il respiro ad agita che dovremmo essere coraggiosi e provare a dirlo.

Come al solito parole perse, come al solito parole che vedranno gli occhi di pochi.

Nella sobrietà dell’esistenza il sentirsi soli è come sentirsi a casa.

Essere soli insieme significa essere una sola cosa.

Annunci