Tag

, , ,

Adoro vedere il piumone che si muove a tempo col tuo respiro. Credo davvero sia la musica più dolce nei tratti e violenta negli istinti, che io abbia mai sentito. Mancano i tuoi abbracci ed è impossibile per me dirti precisamente quando, ed è impossibile per me dirti precisamente dove. I tuoi abbracci o i tuoi baci o entrambi, mancano ogni volta che non mi stringi, ogni volta che le tue labbra non sfiorano le mie. E se non te lo dico non è per mancanza di coraggio, non è perchè voglio fare l’uomo “duro”, è solo per non annullare troppo spesso la distanza tra i nostri sguardi. A proposito di questi sguardi, quando me ne dedichi uno e sotto mi ci metti un sorriso, ecco, io in quel momento mi sento un re. Non è che sono diventato mieloso, è che i miei muscoli, spesso timidi, con te hanno il piglio dei supereroi. Non è che sono tutto cuoricini e stelline, prova a chiedermi quello che ti farei. E’ che penso che tra dolcezza e violenza ci stia l’amore. E’ li che risiede l’uomo e io mi sento così: Uomo. Tu spiegami come muovere le mani, potrei suonarti una ninna a nanna, esattamente a tempo coi tuoi respiri, o coi tuoi sospiri. Rialzati e spacca tutto che chi ti ama ti presta calci e pugni.

Annunci