Tag

, , , , , ,

Come fermare il tempo, con una canzone, stringerlo tra le mani dolcemente, senza il rischio di rottura. Stringerlo come si trattasse di una piccola sfera di cristallo. Veder specchiarsi in essa uno sguardo, sentirsi esplodere al momento del bisogno. Aver sempre sete, assetati di acqua che sgorga in cascate di intermedia paura. Paura di scivolare, di farsi talmente male al momento dello schianto, da rispolverare in noi quella forza che non pensavamo più di avere. Saranno quelle forze a consentirci di rimanere aggrappati a quello che per noi è fondamentale, senza dimenticare affatto la custodia che siamo per quella piccola sfera. Quel cristallo di tremenda vibra. Fa innamorare, stringe al cuore gli uomini, li rende migliori, violenta di melassa le donne, le appiccica alla loro più docile capacità di riscaldare il mondo. E’ un cristallo che se inumidisci il dito e lo posi lievemente sul bordo fino a farlo scorrere suona in un credibile melodia. Ferma il tempo e brilla di risposte, si scompone quando sembrava immobile, ricoperto di crampi di lento e incredibile dolore. Da serio diventa sfacciatamente felice. Sono mani che congiungono quella linea invisibile che scrive il destino. Una potenza racchiuso nello specchio più raro, un lago d’argento su cui ballare forte, su cui appannare la vita, come una finestra, per poi scriverci sopra col dito ogni cosa possa deliziare quel momento. Fa innamorare ogni infinita combinazione di note e melodie, fa innamorare la dolce potenza con cui riesce a toccare ogni corda disponibile del nostro habitat naturale. Passa a prenderci, ci riporta a casa. Fa innamorare, in egual modo, uomini e donne, non lo si racchiude in unità di misura. Non ha il suo significato in termini di tempo o di spazio. E’ così. Fermare il tempo, racchiuderlo in una canzone che non sai bene come è iniziata, sai solo che vorresti che non finisse. Fai la faccia buona, fai la faccia cattiva, muoviti lento e scatta quando puoi, poggia il braccio a terra e allarga il palmo della mano, datti spinta, lascia indietro quello che di pesante hai. Vibra, impara a farlo, vibra e ondeggia, come una piuma, impara a stringere forte la ragione degli altri, l’importanza del loro mondo, stringi forte tutto questo ma sii sapiente nell’utilizzare la giusta dolcezza, il troppo stringere potrebbe incrinare il perfetto equilibrio di una canzone che suona per farti innamorare. Di lei.

 

Annunci