Ci sono sorrisi che tirano giù, muri e barriere, con una disinvoltura sconvolgente. Ci sono sorrisi che agiscono sulla nostra ruggine come…come…avete presente quando abbattano palazzoni immensi con quella gru? Quella gru che ha attaccata una palla enorme di non si sa che materiale. Ecco alcuni sorrisi hanno lo stesso effetto sulla durezza che ricopre sempre di più un cuore preso a calci diverse volte. C’è da dire anche che quei sorrisi, quelli che sparano ai tuoi fantasmi sono un pò come le fruit joy. Non puoi resistere.

Sorrisi che vedi stampati in foto a cui puoi rispondere solo con altri sorrisi, come se la persona che ne è in possesso fosse li di fronte a te per vedere che effetto gli fai. Quei sorrisi che “ti fanno stare bene”. un sorriso illumina il viso e rende gli occhi sbrilluccicosi, che detto così fa apparire questa parola banale. La fa apparire una parola usata da ragazzine innamorate o da ragazzetti sfigati. Ciò non toglie che “sbrillucisosi” sia la parola che più si avvicina al colore degli occhi in un viso tempestato di solarità e dolcezza. Che poi sorridere. Trovo il sorridere una cosa veramente difficile da fare. Due cazzate con gli amici il venerdì sera dopo una devastante settimana di lavoro possono farti ridere. Quelle risate fragorose ed esplosive. Il sorriso è un qualcosa di estremamente intimo, quell’espressione che ti fa capire che va bene o che provi a farla andare bene. Un gesto che puoi fare da lontano e facendolo smetti di far preoccupare. Quel sorriso che se collegato al cuore cattura gli sguardi e la pelle delle persone.

Ci sono quei sorrisi che ti fanno capire che il mondo è meno brutto di quello che pensi. Quei sorrisi da raggiungere o da conquistare, quella da fine serata, quelli che ti sorprendono e ti inchiodano li quelli amari che si sente il veleno in bocca non hanno occhi lucidi e non hanno dolcezza piuttosto spacchi nella faccia e muscoli contratti pronti a colpire. Gli altri sorrisi no, quelli chiamano abbracci, quelli danno abbracci. Ci sono quei sorrisi che vorresti fossero per te, che vorresti sentire tuoi, quelli che vuoi prima di addormentarti, quelli che vuoi per dirti che stai facendo la cosa giusta e quelli che ti perdonano. Quesi sorrisi che spezzano il respiro e stai li…si stai li inchiodato li. Stai li a goderne, a stupirtene, quasi di nascosto e saluti con la mano. Ciao sorriso, a domani. Tanto lo sai che domani sarai di nuovo li sopra. Per riconoscerlo, quando sarà ora.

Annunci